Our posts

Plane Spotters Bari - Si possono fotografare gli aerei?(pt.2)

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

PARTE SECONDA - GLI AEREI CIVILI


1 - Abbiamo volutamente iniziato queste nostre riflessioni partendo dalla fotografia degli aerei militari(vedi qui), perché sono quelli che implicano maggiori problematiche quando si fotografano.

Affrontiamo, quindi, in questa seconda parte, l’argomento fotografia degli aerei(o per meglio dire degli aeromobili) civili.

1.1 - Chiariamo subito: fotografare gli aerei civili non è vietato da nessuna legge e non è vietato fotografarli sia che siano in aeroporto sia che volino. 

Quando parliamo di leggi ci riferiamo, ovviamente, a quelle in vigore sul nostro territorio nazionale; di conseguenza non può essere impartito, dalle forze dell’ordine, un divieto ingiustificato a tale attività. 

L’ordine ingiustificato, cioè non supportato da una ordinanza dell’autorità di pubblica sicurezza(Prefetto - Questore), è illegittimo ed illegale in quanto viola la libertà personale senza giustificato motivo(al pari del fermo o dell’arresto ingiustificato) e può dare adito alla richiesta di risarcimento dei danni morali e materiali patiti.

1.1.2 - Quando parliamo dell’ordinanza dell’autorità di pubblica sicurezza, bisogna chiarire a cosa ci riferiamo.

Tale ordinanza deve avere alcune caratteristiche ed essere giustificata da situazioni che ne impongano l’adozione.

  1. I provvedimenti di polizia costituiscono quella specifica manifestazione dell’esercizio di una particolare funzione di polizia da parte dell’Autorità di pubblica sicurezza per il perseguimento della peculiare finalità della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.
  2. L’oggetto: ossia il la situazione oggetto della stessa, che può essere diretta ad un fatto o ad un bene o a un comportamento;
  3. il contenuto: ciò che proprio in concreto si dispone, il momento dispositivo da parte dell’Autorità che può vietare, imporre, limitare, permettere o autorizzare qualcosa;
  4. la forma: in ordine alla quale vige il principio generale della libertà di forma, salvo i casi in cui la legge non ne preveda espressamente una determinata, che, di regola, è quella scritta.
  5. la temporaneità: ossia tale ordine non può essere emanato “sine die”, cioè senza limiti di tempo. Esso deve essere necessariamente limitato al tempo necessario al superamento delle situazioni che ne hanno determinata l’adozione.
  6. la tassatività (o tipicità): che indica la riconducibilità del contenuto ad una determinata fattispecie prevista e regolata dalla legge;
  7. l’autoritarietà (o imperatività): che individua quella attitudine o idoneità del provvedimento a produrre effetti giuridici e, quindi, ad incidere unilateralmente sulle sfere giuridiche dei destinatari anche a prescindere dal loro consenso; 

Il tutto è riconducibile a quanto previsto dal T.U.L.P.S.(Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza).

In estrema sintesi possiamo dire che i provvedimenti di polizia sono soggetti al principio di legalità ed, in particolare, al principio di tassatività o tipicità, in base al quale il provvedimento deve avere un contenuto predeterminato dalla legge.

La loro inosservanza ha implicazioni sia amministrative(cioè si può incorrere nella sanzione pecuniaria) che, nei casi più gravi(i quali devono essere previsti nell’ordinanza), penali.

In conclusione, solo ed esclusivamente in questo caso può essere, temporaneamente, imposto il divieto di fotografare gli aeromobili civili ed in nessun caso può essere sequestrato il materiale fotografico, neppure preventivo, se non per ordine dell’autorità giudiziaria.

CONCLUSIONE

Stabilito che non è vietato fotografare gli aeromobili civili, occorre fare una serie di considerazioni pratiche quando le forze di polizia ci intimano si cessare l’attività fotografica.

Potremmo essere animati da spirito di rispetto per i diritti ed i doveri che la legge impone a ciascuno e, quindi, far notare, in maniera garbata, al tutore dell’ordine che nessuna legge vieta di fotografare gli aerei civili. 

Se questi è soggetto che si dimostra aver compreso quanto gli si controbatte, allora la questione non ha alcun senso di essere portata avanti.

Se, però, il nostro interlocutore  dimostra di non aver recepito le nostre argomentazioni c’è da chiedersi quanta voglia si ha di discutere senza sapere quali conseguenze potrà avere quella discussione? 

Anche in questo caso vale la considerazione fatta nell’articolo sulla fotografia degli aerei militari.

La mancanza di una regolamentazione che chiarisca i diritti di chi fotografa ed i doveri dei soggetti deputati al controllo lascia le più ampie possibilità all’incomprensione a causa, in fondo, di quella che è una passione, cioè l’amore per gli aerei ed il volo in generale o di una innocente foto scattata con lo smartphone. 


© 2016 - 2021 Plane Spotters Bari. Tutti i contenuti del presente portale sono di proprietà di Plane Spotters Bari, ove non diversamente specificato. Tutte le foto sono di proprietà dei singoli spotter, ove non diversamante specificato.