Plane Spotters Bari - Bilancio 2019

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Anche il 2019 è stato un anno di soddisfazioni per gli spotters baresi.

Le novità e le sorprese non sono mancate e possiamo affermare, a buona ragione, che nonostante per la maggior parte dell’anno la pista dell’aeroporto sia stata limitata dai lavori di allungamento del sentiero di discesa alla testata 07, tuttavia i grossi eventi non sono mancati.
Prima di passare a fare un riepilogo, certamente non esaustivo di quanto i nostri teleobiettivi hanno catturato, vogliamo ricordare, a chi segue le nostre pagine, il risultato più prestigioso ottenuto dal gruppo dopo soli due anni dalla fondazione. Plane Spotters Bari è stato scelto dalla società di gestione Aeroporti di Puglia, per collaborare alla sua campagna social media con le nostre produzioni fotografiche. Inutile nasconderlo, questo è un motivo di orgoglio che premia la passione, la competenze e la serietà di un sodalizio sempre attento al rispetto delle regole, avendo perseguito i suoi scopi pacatamente ma con rigore. 
Il gruppo, inoltre, ha potuto presenziare all’inaugurazione delle nuove rotte, a dimostrazione dei rapporti di stima reciproca con la direzione della società di gestione. A tale proposito non possiamo esimerci dal ringraziare l’ufficio stampa e comunicazione, ed in particolare il suo dirigente Michele Fortunato, per la puntualità con cui ci venivano fornite le informazioni.
A chiusura di questo breve excursus, vogliamo ricordare il grandissimo onore che l’Aeronautica Militare ci ha fatto, consentendoci di poter assistere all’Air Show che si è svolto a maggio, in occasione della festa del Santo Patrono della città. Grazie all’interessamento dell’ufficio comunicazione esterna della III R.A., abbiamo potuto godere di una postazione privilegiata sul lungomare cittadino. 
Ma passiamo ora, come detto, a tentare di fare un breve e non certamente completo elenco delle catture di quest’anno.
A tale proposito tre aerei si aggiudicano, ex aequo, la palma di Big Surprise! dell’anno: L’Airibus A350-900 di Iberia che ha aperto i voli charter estivi dedicati ai croceristi, l’Airbus A340-600(che detiene il record di aereo più lungo a solcare i cieli) anch’esso di Iberia sempre a servizio dei vacanzieri delle crociere e infine, ma non ultimo, il Boeing 787- 900 degli Emirati Arabi.
Tutti i Pilatus PC21 destinati alla pattuglia acrobatica dell’aeronautica militare australiana e quelli destinati alla difesa costiera, hanno fatto scalo nel nostro aeroporto.
Altro wide è stato l’A330-200 della compagnia Hi Fly che a marzo si è affacciato nel nostro scalo con una livrea intrigante “Turn The Tide on Plastic”.
Alcuni voli per SSH sono stati operati da Almasria con un A330.
In aprile si è riafacciata la livrea Privilege con un B767.
Sempre in marzo un Panavia Tornado saudita ha fatto scalo tecnico proveniente dal Regno Unito e diretto nella penisola araba.
La livrea della ormai defunta Joon si è vista per aver operato uno dei voli Air France da CDG.
La seconda rotta sulla capitale russa, ha portato nel nostro scalo la livrea della compagnia Pobeda che ha operato i voli utilizzando esclusivamente Boeing 737-800.
In giugno si è affacciato un Airbus A300B4-622R della MNG Airlines.
Nonostante la rotta Bari-Tirana che avrebbe dovuto essere operata da Ernest non sia stata effettuata, tuttavia il “Barbuto” ha fatto capolino nel nostro scalo nel mese di giugno.
Ad ottobre, causa chiusura momentanea dell’aeroporto di Dubrovnik, due livree mai viste nel nostro aeroporto si sono “immolate” ai nostri teleobiettivi. Un B737 della Jet2 e due della  Jetholidays.
La U.S. Navy ha portato uno dei suoi Poseidon a fare frequenti touch and go sulla nostra pista.
Complici le riprese del film dell’agente segreto più famoso del mondo effettuate fra Matera e Gravina in Puglia, si sono affacciati anche le livree DHL, DAT e Tui.
Prima volta nel nostro aeroporto anche per B737 della Corendon e per l’A320 di Bulgaria Air
Citiamo anche un A319 Fly Bosnia special livery e, dopo alcuni anni di assenza, anche il ritorno di Egypt Air con la sua bellissima livrea con l’occhio di RA.
È praticamente impossibile elencare gli aerei di aviazione generale e le ale rotanti che sono state fotografate dai nostri spotters. Citiamo, a puro titolo di esempio, un Piaggio P166 della GdF che era in “store” ma che ha ripreso a volare o una rarità assoluta a queste latitudini, un Mitsubishi MU-2B-26A. 
Fra le ale rotanti il 999° AW139 in livrea della GdF e un affascinante Airbus H135, sono solo alcuni degli esemplari entrati a far parte della nostra collezione di scatti.
 

© 2016 - 2020 Plane Spotters Bari. Tutti i contenuti del presente portale sono di proprietà di Plane Spotters Bari, ove non diversamente specificato. Tutte le foto sono di proprietà dei singoli spotter, ove non diversamante specificato.