59817332 2629576807071439 8410336462888763392 O

 

Si è svolto l'otto maggio il tradizionale Air Show biennale delle Frecce Tricolori in occasione della festa del santo patrono di Bari, San Nicola.
Quest'anno il gruppo Plane Spotters Bari, primo gruppo spotters del sud Italia, ha visti impegnati i suoi associati in una tre giorni densa di appuntamenti tutti di grandissimo interesse.
Si comincia giorno sei quando la Pattuglia è atterrata nell'aeroporto barese Karol Wojtyla dove si è rischiarata proveniente direttamente da Rivolto. A differenza di altri anni gli MB339 in dotazione alla PAN si sono basati su Bari anziché nell'aeroporto Ramirez di Gioia del Colle sede del 36° Stormo.
I nostri spotters erano presenti sulla terrazza dell'Aero Club barese(di cui sono soci), per immortalarne l'arrivo.
Nella stessa giornata i piloti e gli specialisti della pattuglia si sono intrattenuti in aero club per un breve ligth lunch omaggiati dal Presidente del sodalizio dott. Gianfrancesco Pesce, dal consiglio direttivo, dal presidente della regione Puglia dott. Emiliano, dal sindaco di Bari Ing. De Caro, dal presidente di Aeroporti di Puglia Prof. Onesti, dal direttore dell'ENAC Lattarulo, dal Magnifico Rettore dell'Università degli Studi Prof. Uricchio e dai numerosissimi soci, piloti e allievi. Tradizionale taglio della torta per festeggiare anche i novant'anni dell'istituzione dell'Aero Club.
Giorno sette maggio il gruppo ha fotografato l'arrivo a Bari della pattuglia “Legend” che con suoi aerei ha preso parte allo show dell'otto maggio. La pattuglia è formata da 4 velivoli: un Fiat G.46, un Texan T-6, un Aermacchi SF260 ed un MB326.
Nel pomeriggio tutti i partecipanti allo show si sono levati in volo per effettuare le prove della manifestazione.
L'otto maggio, grazie ad una autorizzazione ricevuta direttamente dallo S.M. Aeronautica, Plane Spotters Bari ha potuto effettuare la sessione fotografica dello show da un'area riservata che si affacciava sul lungomare della città nel tratto di mare antistante a quello dove si sono esibiti i velivoli.  Inutile dire che l'esibizione è stata di una spettacolarità che mai si era vista negli anni precedenti.
Hanno aperto i sorvoli tre TB9 e un P68 dell'aero club di Bari che per la prima volta hanno volato in perfetta formazione al cospetto di un così vasto pubblico. A seguire i quattro velivoli della pattuglia Legend.
Subito dopo, in una sequenza senza soluzione di continuità, quattro SF 260 del 70° stormo di Latina, quattro MB339 della scuola volo di Galatina, un UH-139A e tre TH500 del 72° stormo di Frosinone seguiti dai due P180 “Avanti” del CAE di Pratica di Mare e dai 4 T-346 in dotazione al 61° di Galatina.
Dopo questi sorvoli, si è esibita la vera “chiccha” per gli spotters baresi: l'F-35 A(CTOL) in dotazione al 32° Stormo di Amendola. Uno spettacolo di pura potenza e maneggevolezza di quello che è, al momento, il più avanzato velivolo in dotazione alle forze aeree della NATO.
A questo è seguita la classica dimostrazione, sempre spettacolare, di ricerca e soccorso in mare eseguita con l'HH-139A dell'84° centro SAR di Gioia Del Colle.
Al termine hanno sorvolato il lungomare di Bari un EFA e un T-346 del RSV i quali hanno eseguito alcune evoluzioni, passaggi lenti e veloci, mostrando le doti di maneggevolezza e versatilità dei due velivoli.
A chiudere la manifestazione la classica e sempre affascinate esibizione della nostra PAN che con i suoi Macchi ha scatenato l'entusiasmo degli oltre trecentomila spettatori accorsi sul lungomare barese da tutto il sud Italia.

Plane Spotters Bari non si è lasciato sfuggire nessuno degli eventi sopra descritti e vuole esprimere il più sentito ringraziamento all'Aeronautica Militare che per il tramite del responsabile della sezione pubblica informazione e comunicazione della III Regione Aerea, Magg. Carmelo Frattaruolo, ha anche in questa occasione data dimostrazione dell'attenzione che la forza armata pone nei confronti del movimento spotters.
É altresì la dimostrazione degli ottimi rapporti che Plane Spotters Bari intrattiene con l'ente militare aeronautico regionale e che lo ha visto protagonista in passato, e si spera in futuro, di pregevoli e entusiasmati sessioni fotografiche.

 

 

previous arrow
next arrow
Full screenExit full screen
ArrowArrow
1.jpg
10.jpg
15.jpg
1_a.jpg
2.jpg
21.jpg
3.jpg
59609080_327420487936152_8365896818529140736_o.jpg
59989405_327571664587701_7966752094528995328_o.jpg
59945980_10217046161218308_4435072260226678784_o.jpg
59939698_10217046161578317_4902244163774316544_o.jpg
59927557_536698343401891_1983390715899543552_o.jpg
59914982_10217046165218408_2860197955686629376_o.jpg
59861912_10217046164018378_3888332376668897280_o.jpg
59817332_2629576807071439_8410336462888763392_o.jpg
59737729_10217046165058404_7292297673342713856_o.jpg
59736541_1902627699841706_5046253184553582592_o.jpg
59720898_10211269653572068_6177529342478778368_o.jpg
59665217_327572311254303_5151061527721148416_o.jpg
6.jpg
60006264_10217046165458414_8596424231749681152_o.jpg
60016596_536699036735155_2293648046577156096_o.jpg
60025874_10217046164298385_901939369768648704_o.jpg
60052530_1902628053175004_8593017751453302784_o.jpg
60075243_10217046162338336_9053982864617504768_o.jpg
60143836_1902628269841649_5937788524328648704_o.jpg
7.jpg
9.jpg
IMG_8977.jpg
carbone1.jpg
fr7.jpg
fr22.jpg
fr14.jpg
fr10.jpg
carbone2.jpg
Shadow
Slider
X

Right Click

No right click